La storia di Otto Sync e White Knight 8

8 – And the Winner is….

decollo2.jpg

L’effetto finale sulla corte è invece quello di dare una serie di impressioni:

  • come primo punto, il risultato apparente è che la Televerket non è in grado di presentare e illustrare accuse attendibili e perseguibili ai fini del processo;
  • in seconda istanza la giuria è tremendamente annoiata dalle spiegazioni di Pete Gustafsson, mentre viene trasportata dalle capacità illustrative di Otto (naturalmente utilizzate dallo stesso a proprio favore);
  • come diretta conseguenza la sola certezza nella mente della giuria riguarda l’assoluta trasparenza ed innocenza di Otto (indipendentemente dal pensare o meno se Otto abbia effettivamente mentito sull’argomento), il quale espone chiaramente la sua posizione e insiste nello spiegare come reputasse quelle chiamate gratuite e completamente legali

Data l’impossibilità del pubblico ministero a provare il contrario, la giuria esprime un giudizio di non colpevolezza. La Televerket, dal canto suo, tenta di richiedere i danni e richiede l’espulsione di Otto dalla Svezia: ambedue le richieste vengono respinte e la Televerket viene condannata ad assumersi i propri costi processuali e di indagine.

Telecom 0, Hacker 1.

Televerket perde, Otto Sync vince.

La sentenza fu emessa il 18 dicembre del 1992, ma non fu resa pubblica sino all’8 gennaio del 1993.

Ripensando a quanto accaduto Otto dice “sebbene fossi colpevole come un diavolo, ne uscii come un angelo e la Televerket perse il caso. Questo è quanto. Io proseguo per la mia strada”.

La Televerket, oggi Telia, richiede un appello alla sentenza il 15 gennaio. Dato che Otto sarebbe stato fisicamente presente in Svezia solo sino al primo di aprile, viene richiesto alla corte di rivedere il caso prima di quella data (richiesta ovviamente priva di speranza).

Nel settembre del 1993 Otto è nuovamente in Francia e, altrettanto naturalmente, continua a fare hacking. Una notte White Knight entra su QSD: “iniziai a chattare con Pege, il quale mi attendeva in aula ad ottobre. Non fu troppo felice di vedermi di nuovo su QSD, dato che quasi certamente stavo chiamando da un sistema bucato. Molto probabilmente non sarebbero stati in grado di richiedere l’estradizione in Svezia e, ad ogni modo, avevo già un biglietto aereo prenotato per Bangkok per il 4 ottobre”. La Corte d’Appello riesamina il caso il 25 di ottobre. Siccome la Televerket non ha fornito nulla di nuovo all’evidenza delle prova e data la non reperibilità di Otto, la Corte d’Appello svedese decide di considerare il caso chiuso.

La Televerket e Pege perdono nuovamente.

Otto Sync ha lasciato nel 1994 il suo lavoro di ingegnere software presso una grande multinazionale a Bangkok. Attualmente è amministratore delegato e fondatore della più importante azienda asiatica in campo I.T. Security; Pete Gustafsson continua ad occuparsi di sicurezza alla Telia, Sweden National Telecom Company…

Questa è la storia di Otto Sync e Pege Gustafsoon e di come un hacker solitario abbia vinto contro una serie di realtà molto più grandi di lui.

Credo che questi fatti possano essere una lezione di vita su più fronti: lascio ai lettori il giudizio finale. Da parte mia ho solo la felicità di avere ritrovato un vecchio amico, la gratitudine per aver ascoltato una storia bellissima e l’autorizzazione a raccontarla al pubblico italiano. Grazie Otto, “c u l8r” 😉 ….

Autore: Raoul Chiesa
Editore: Apogeo Srl
Copyright c 2002 – Apogeo Srl, Raoul Chiesa
Scheda del libro e download in formato pdf

Desidero ringraziare l’autore, Raoul Chiesa, per avermi dato il permesso di pubblicare quest’avvincente storia a beneficio di tutti i bucanieri che approdano sull’isola di Morg4n’s Bay 😉

Leggi tutti i capitoli:

Capitolo 1 – Da Lione a Flen
Capitolo 2 – L’errore di Otto: X.25 & Datapak
Capitolo 3 – NUI scanning e manuali ufficiali
Capitolo 4 – Il Cavaliere attacca
Capitolo 5 – Interrogatorio e carceri svedesi
Capitolo 6 – “Pericoloso Terrorista Internazionale”
Capitolo 7 – “When the game gets tought, the toughts get playing”- (L’angelo e il Diavolo)
Capitolo 8 – And the Winner is…

Advertisements

~ di Morg4n su 28 dicembre, 2007.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: