La prima distribuzione GNU/Linux

girls_bikinis_400x320.jpg

Ma questo è il Paradiso! 😀

La scelta di una delle tante distribuzioni GNU/Linux è il primo passo da fare per chi si accosta al fantastico mondo del Free Software. E’ un po’ come con le ragazze: ce ne sono tantissime… con i capelli biondi, bruni, rossi, castani, con gli occhi neri, marroni, azzurri, verdi, alte, basse, esili, formose 😀 e chi più ne ha più ne metta…

L’unica cosa da fare è scegliere quella che maggiormente ci attrae e tentare l’approccio… ehm sveglia sto parlando di GNU/Linux adesso 😀

Dai, adesso smettetela di guardare la foto!!! 😛

E’ anche vero però che se ci fosse qualcuno in grado di darci qualche suggerimento, ci romperemo i denti una volta di meno 😉

Per questo ho deciso di riportare in questo post le mie impressioni sulle distribuzioni che conosco, sperando che possano essere utili a Franco e a chi come lui desidera avvicinarsi al nostro sistema operativo preferito.

debian2_60x50.png Debian

La mia adorata Debian… è la distribuzione che uso quotidianamente. La si può trovare in 3 versioni:

  • Stable: è la versione stabile di Debian, che viene rilasciata solo dopo lunghi periodi di test i quali possono durare anche anni. A causa di ciò i pacchetti possono non essere aggiornati alle ultime versioni, ma sulla loro affidabilità non si discute. Il nome in codice della versione stable al momento in cui scrivo è Etch
  • Testing: è la versione che diventerà la prossima stable, è qui che i software vengono testati per lungo tempo. Potrebbe essere un’ottima scelta per chi vuole pacchetti un po’ più aggiornati di quelli presenti nella stable senza rinunciare ad una certa affidabilità. Il nome in codice della versione testing al momento in cui scrivo è Lenny
  • Unstable: questa è la versione per chi sogna una vita spericolata. I pacchetti sono all’ultima moda ma, come dice il nome stesso non c’è alcuna garanzia sulla loro stabilità. A parte gli scherzi, chi volesse divertirsi a provare sempre l’ultima novità (compilandosela a manina il più delle volte) può scegliere questa versione. Il nome in codice della versione unstable è Sid

Debian è forse la distribuzione di GNU/Linux con il maggior numero di pacchetti disponibili (attualmente ci sono 3 DVD di software)

Alcune curiosità

  • Il nome Debian deriva dalla combinazione dei nomi del papà di Debian ossia Ian Murdok e la moglie Debra.
  • I nomi in codice delle varie versioni di Debian vengono presi in prestito da quelli dei personaggi del film Toy Story.
  • La versione Unstable ha sempre Sid come nome in codice: Sid era il bambino vicino di casa che rompeva tutti i giocattoli e sta anche per Still in development (ancora in fase di sviluppo).

Sito ufficiale

Ah dimenticavo… non è vero che è difficile da usare e configurare come dicono 🙂

ubuntu_50x50.png Ubuntu

Ubuntu è una distribuzione derivata da Debian, il che significa che viene presa una Debian e la si modifica aggiungendo ad esempio strumenti di configurazione che facilitano la vita. E’ un’ottima distribuzione e forse la più supportata e diffusa.

E’ sempre al passo con i tempi, grazie anche ai cicli di rilascio semestrali e c’è un’enorme disponibilità di software reperibile in rete.

Perchè non uso Ubuntu?

  1. Non ho voglia di installare una nuova versione di un sistema operativo ogni sei mesi
  2. Per principio mi rompe il fatto che la maggior parte delle volte per installare un software debba essere collegato ad internet
  3. Ubuntu sta in un solo CD e spesso è basata su un solo ambiente desktop e sulle applicazioni relative ad esso, quindi se per esempio scarico il CD di Ubuntu (che usa Gnome) e voglio usare un player multimediale di KDE devo essere collegato ad internet per installarlo (vedi punto 2)

Però il fatto che io non ami particolarmente Ubuntu non significa che non sia un’ottima distribuzione o che non si deva usarla.

Alcune curiosità

  • Ubuntu è una parola africana che esprime un concetto di lealtà e solidarietà tra gli essere umani (in pieno stile Free Software 😉 ).
  • Il papà e finanziatore di Ubuntu è Mark Shuttleworth un milionario sudafricano che si è fatto portavoce del Free Software.
  • Mark Shuttleworth è stato uno dei primi turisti spaziali, il 25 aprile 2002 a bordo della Soyuz TM-34.

Sito ufficiale

mandriva_61x50.png Mandrake/Mandriva

Mandrake è stata la distribuzione che mi ha accompagnato nel magico mondo di GNU/Linux per la prima volta (prima avevo provato solo una vecchissima Corel ma ci siamo lasciati subito 😛 ). Ha sempre pacchetti aggiornati alle ultime versioni e il suo centro di controllo per la configurazione delle periferiche semplifica di molto la vita ai neofiti.

E’ da tanto che non la uso più, con Debian adesso mi trovo benissimo, ma la consiglierei sicuramente a chi si trova alla prima esperienza con GNU/Linux

Alcune curiosità

  • Mandrake ha cambiato il suo nome in Mandriva in seguito alla perdita della causa con Hearst Corporation che deteneva i diritti sul nome del mago Mandrake (il personaggio dei fumetti) ed all’acquisto di Conectiva, il nuovo nome infatti è derivato dalla fusione di Mandrake + Conectiva.
  • Gaël Duval, il papà di Mandrake nonchè co-fondatore di MandrakeSoft è stato licenziato dalla sua stessa compagnia nel Marzo del 2006

Sito ufficiale

slackware_50x50.png Slackware

Slackware è la distribuzione per uomini veri 😛 per pinguini duri e puri. A parte gli scherzi è una distribuzione storica di GNU/Linux, molto leggera ed estremamente affidabile (è l’unica che ho potuto installare su un vecchio portatile Acer Extensa 355 su cui scattava persino il Windows 95 preinstallato). Assolutamente non adatta a chi si avvicina per la prima volta al mondo del Free Software, può creare dipendenza nei pinguini più esperti 😀 .

Alcune curiosità

  • Slackware è stata creata da Patrick Volkerding e pubblicata per la prima volta nel 1993.
  • Slackware, come Debian, era basata su SLS. Quest’ultima fu la prima distribuzione a contenere una raccolta di programmi ed un ambiente grafico oltre al semplice kernel Linux ed ai programmi di base del progetto GNU.

Sito ufficiale

suse_84x50.png Suse/OpenSuse

Suse non l’ho usata tantissimo, è una distribuzione tedesca ed io la conosco soprattutto per il suo centro di controllo, YaST, che a detta di molti è forse il migliore in circolazione: permette di configurare praticamente ogni aspetto della vostra macchina attraverso una comoda interfaccia grafica.

Alcune curiosità

  • Suse è insieme a Debian e Slackware una delle distribuzioni più longeve: nata alla fine del 1992 era basata su SLS e Slackware.
  • Suse è stata acquistata nel 2004 dalla discussa Novell, la quale è stata di recente oggetto di disapprovazione da parte della comunità di GNU/Linux a causa dei suoi accordi con Microsoft
  • SLED, Suse Linux Enterprise Desktop è la versione di GNU/Linux che stanno installando sui pc della camera dei deputati

Sito ufficiale di openSuse

Per chi vuole fare solo un giro di prova ci sono le distribuzioni Live che permettono di creare un CD-ROM con il quale avviare il computer (sui vostri dischi non verrà scritto niente, quindi potete stare tranquilli) anche se io vi consiglio caldamente un’installazione reale… per tornare all’esempio delle ragazze: bisogna mostrarsi sicuri se si vogliono ottenere risultati concreti 😉

debian2_60x50.png Debian Live

E’ la versione Live di Debian, potete provarla scaricando e masterizzando l’immagine ISO presente sul sito ufficiale oppure installarla su una USB memory stick seguendo queste mie guide:

slax_50x50.png Slax

E’ una distribuzione Live basata su Slackware molto semplice da usare e personalizzare, anche in questo caso è possibile provarla scaricando e masterizzando l’immagine ISO presente sul sito ufficiale oppure installandola su una USB memory stick seguendo queste mie guide:

knoppix_48x50.gif Knoppix

Creata da Klaus Knopper e basata su Debian è una delle distribuzioni Live con più software in dotazione, è in oltre famosa per il suo sistema di riconoscimento hardware che la rende avviabile sulla maggior parte dei personal computer. E’ possibile provarla scaricando e masterizzando l’immagine ISO dal sito ufficiale

E con questo ho concluso la carrellata, ma siete veramente arrivati fin qui a leggere? 😛
Vorrei avere anche le opinioni di altri utenti di GNU/Linux, in particolare quale distribuzione usate e perchè la consigliereste o non la consigliereste ad un utente alle prime armi.

E buona migrazione a tutti i nuovi aspiranti pinguini 😉

P.S. Ci tengo a sottolineare che il tono del post è evidentemente scherzoso, non intendo assolutamente offendere la sensibilità di nessuna ragazza, anzi è proprio per l’affetto che nutro nei loro confronti che ho scelto di giocare sul parallelismo tra le distribuzioni di GNU/Linux e loro.
P.P.S. E poi sono un maschietto: non è che penso sempre e solo ai computer 😛
P.P.P.S. Nell’elenco delle distribuzioni più famose mancano almeno Red Hat e Fedora ma non avendole mai utilizzate evito di parlare di ciò che non conosco

Annunci

~ di Morg4n su 19 dicembre, 2007.

10 Risposte to “La prima distribuzione GNU/Linux”

  1. Guarda, ho letto solo debian ed ubuntu. Devo dire che debian è spettacolare come distro ed ho usato per anni la sid senza problemi come desktop.

    Al momento sono su una Ubuntu. Il perchè? non ho voglia di sbattermi a configurare l’hardware del portatile. Tutto qua.

    Una distro che mi piace davvero tanto è Fedora, ma il difetto è che ogni sei mesi devi davvero rifare tutto da zero e no grazie. Ubuntu “in teoria” fà l’aggiornamento del sistema da solo quando esce la nuova versione. Ok, quando sarà aprile vedrò se piangere o piallere 😛

    In ogni caso, consiglio debian per davvero 🙂

  2. Si, magari non è totalmente user-friendly date le innumerevoli compilazioni (che sul mio portatile erano una tortura “infernale” anche a causa del calore che sprigionava oltre a velocità ridotte che non raggiungi nemmeno da fermo, ma cmq torno a specificare: sul mio portatile, altrimenti con un buon pc c’è solo la scocciatura delle compilazioni) (e quindi già avete capito di cosa parlo) mi sento personalmente offeso perchè non c’è Gentoo!!!!!! Assolutamente la mia preferita.
    Però per i motivi tra parentesi, nonchè anche quello che dice innovatel, uso ubuntu con la quale mi trovo bene, a meno di un paio di problemi qua e la che mi scocciano. 😛
    W Gentoo!! 😛

  3. Ciao.Sono nuovo di Linux, ho masterizzato diverse distro (mandriva 2008, Slax, ubuntu, Knoppix, Slax, Slackware) per vedere e fare il confronto di utilizzo con WinServer che conosco bene.
    Ora il mio scopo è:
    Creare un DVD LIVE DEBIAN sul quale sono presenti i pacchetti e software che mi piacciono di piú senza insatallare Debian sul PC ma utilizzando il DEBIAN LIVE CD.
    E se possibile creare anche su una penna USB lo stesso LIVE DEBIAN da avviare su XP tramite la virtualizzazione con QEMU o altro software. E` possibile ?
    Grazie se puoi essermi utile
    Andrea

  4. In questi due miei articoli dovresti trovare tutto il necessario:

    https://morg4n.wordpress.com/2007/12/05/come-assemblare-una-debian-live-personalizzata/
    https://morg4n.wordpress.com/2007/11/15/debian-live-su-una-usb-memory-stick/

    Dovrebbe essere possibile avviare Debian da penna USB su Windows con QEmu, oppure puoi utilizzare coLinux che ti permette di far girare una distribuzione di GNU/Linux direttamente all’interno di Windows e in modo nativo (appena avrò un po’ di tempo completerò il post sulla sua installazione e configurazione che ho lasciato in sospeso)

    Spero di esserti stato utile 😉

  5. Grazie
    mi sei stato molto utile

  6. ciao a tutti sono “appena” passato a ubuntu e devo dire che mi trovo stupendamente. prima di questa scelta avevo provato altre distro ma devo dire che ubuntu mi ha colpito molto anche per la facilita d’uso oltre che per l’ambiente desktop. prossimamente (molto prossimamente) vorrei passare a Debian ma per ora non ci capisco ancora un h di linux quindi mi serve esperienza perche non mi va di fare casini inutili sul computer :-).
    P.S. ho provato a tenere suse perchè mi sembrava la piu facile da gestire all’inizio. be mi sbagliavo, tra synaptick e yast scelgo il primo mille volte, poi dipende sempre dai punti di vista..

  7. windows vista è il migliore ….ahahahahhahahaha………..scherzo scherzo(forse anche troppo)cmq io conosco un hacker che mi disse di passare a debian ma non l’ho mai provata ed ora uso ubuntu…con cui ha a dir pochi problemi…la scheda broadcom 4311 nn riesco a farla partire (ho provato tutti i tutorial e certi mi dicoo di disabilitare gli ssb che invece mi dicono che sono in uso dalla scheda eterneth e il che mi sembra strano..cmq vorrei chiedere a qualcuno se mi può aiutarea risolvere il problema senno con linux nn mi posso connettere ad internet…aiutooooo

  8. Consiglio vivamente (dimmi se concordi)
    SLAX 6
    Damn Small Linux (ho perso il conto ma dovremmo essere intorno alla quarta versione)
    gOS Linux (basata su ubuntu facile ma molto più leggera)
    Fedora (l’hai scordato ma nemmeno a me piace molto)

    Poi ci sono le altre come
    PCLinux OS (ultra usata nel mondo)
    Sabayon (decima distribuzione al mondo in fatto d’uso, sta su DVD ed è italiana)

    muLinux (gira su floppy ed è fatta per vecchi pc, progetto tutto italiano)

  9. @luigi
    Concordo, concordo, SLAX la consigliere vivamente a chi si appresta a muovere i primi passi su GNU/Linux.
    Fedora non l’ho inserita volutamente: non mi è mai capitato di usarla e preferisco non parlare di cose che non conosco bene 🙂
    Grazie per il tuo contributo 😉

  10. Dovresti provare Archlinux! Ultraleggera (installi solo quello che vuoi), boot ultra rapido (sempre perché installi il software che ti serve), facilità di aggiornamento (digitando ‘pacman -Syu’ in un sol colpo sincronizzi e aggiorni l’intera distro).

    C’è tutta la documentazione che serve per installarla e non è così difficile da capire (l’ho fatto pure io). Se poi proprio non va si può sempre chiedere nel forum di archlinux dove è sicuro al 100% trovare chi ti darà una mano per superare il gap.

    Dulcis in fundo si ha la soddisfazione di aver costruito il proprio sistema linux con le proprie mani! Le distro + comuni invece fanno tutto da sole, non danno molta soddisfazione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: